CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
domenica 31 gennaio 2016
L’altra sera, stranamente in televisione, ho visto questo film
Sospeso tra fantasia e realtà: Odette Toulemonde, interpretata da Catherine Frot, è una donna comune, vedova con due figli ormai grandi, commessa in un grande magazzino, che vive in Belgio, lettrice accanita dei libri di Balthazar Balsan, interpretato da Albert Dupontel, da cui trae ottimismo e positività nei confronti dell’esistenza.
Lo scrittore, dopo aver scoperto il tradimento della moglie con il celebre critico letterario che stronca i suoi romanzi, si trova in tasca una lettera che Odette gli aveva consegnato nel corso di una presentazione del suo ultimo libro, leggendola scopre che lei, dopo la morte del marito avvenuta dieci anni prima, ha continuato a trovare la forza di vivere solo leggendo i suoi libri, allora Balsan decide di raggiungerla suonando alla sua porta e chiedendole ospitalità. Lei, sta preparando un dolce, gli apre e lui le chiede “Lei mi ama? Mi può ospitare?” e lei” Un attimo che mi si smontano le chiare dell’uovo!” .
Alla fine anche Balsan imparerà a ridere, a trovare il lato più fantastico e roseo della vita, perché Odette Toulemonde riesce a trovare sempre per lui la risposta giusta, gentile e a fargli veramente trovare “la ricetta della felicità”.
La vita non è perfetta, questo dolce non lo è, ma in entrambi i casi possiamo trarre gioia, felicità da quello che ci viene offerto, l’importante è saper guardare nella giusta direzione!
Questa ricetta è principalmente per le mie amiche del gruppo “le sbilanciate” simpatiche, ironiche, tenaci, io sono una persona, che mangia in un certo modo e non sento la mancanza di nulla, perché , in realtà, non mi privo di ciò che amo. Non sapete care amiche quanto vi pensi, sto facendo tante ricette buone, buone!
Questo è il periodo in cui sto sperimentando il tofu, che non mi piace molto, anche perché mangiato “solo” non sa assolutamente di nulla, invece, per me, ben “accoppiato” dà risultati soddisfacenti.
Ho fatto questo dolce, che è ottimo sia per colazione sia per accompagnare un bel tea, se dovessi rifarlo diminuirei la dose di zucchero, per me era un po’ dolce, per l’Ultradoppio andava benissimo.
Per gli amanti delle torte con la T maiuscola, questa non si pone certo l’obiettivo di sostituirla, ma, per me, e anche per l’Ultradoppio, che solitamente diffida, è una validissima alternativa ai dolci contenti grassi elevati.
Questa ricetta è della serie “chi si contenta gode”, perché ho fatto una ricerca leggendo le confezioni dei prodotti che avevo in casa, quindi quando la mangerete tenete presente che ogni 100 g di prodotto abbiamo:
burro = 739 kcal
burro alleggerito = 562 kcal
tofu = 142 kcal
Quindi capite anche voi la differenza e vi assicuro che il gusto è ottimo e rimane veramente morbida!
Torta della felicità - clementine e tofu
Ingredienti:
85 g di tofu (pacchetto da 100 g, ma privato del proprio liquido)
200 g di farina
50 g di fecola
3 albumi
100 g di zucchero
100 g di succo di clementine
½ bustina di lievito per dolci

per la composta:
1 mela renetta
1 mela golden
1 kg di clementine
1 cucchiaio di fruttosio

lievito vanigliato

Preparazione:
spremete le clementine, mettete da parte 100 grammi di succo. Mettete il succo restante e la polpa in una casseruola.
Pelate le mele, tagliatele a pezzi unitele al succo con il fruttosio e mettete sul fuoco, mettete il coperchio, fate raggiungere il bollore, abbassate il fuoco togliete il coperchio e fate cuocere adagio per un’oretta circa. Passate con il mixer per rendere la composta fluida, togliete dal fuoco e mettete in un vasetto.
Passate al mixer il tofu per renderlo cremoso, aggiungendo un po’ di succo di clementine.
Montate a neve ben ferma gli albumi.
In una terrina mettete il tofu ed aggiungete lo zucchero, poi pian piano la farina mescolata alla fecola e al lievito, in alternanza con il restante succo. Aggiungete, infine, gli albumi mescolando dall’alto verso il basso.
Imburrate lo stampo, infornate in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti.
Sformate e fate raffreddare su una gratella, se desiderate spolverizzate con zucchero vanigliato e servite accompagnato dalla composta di mele e clementine.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”

5 commenti:

carmen ha detto...

Ciao!! Purtroppo mi sono persa il film, ma ho letto il libro da cui è tratto..(mi sembra che l'autore sia anche il regista, ma non ne sono sicura.. ricordo che mi era piaciuto molto, come tutti gli altri libri di E.Schmidt, del resto )
Grazie per questa bella ricetta, molto interessante!
Anch'io uso il tofu per le tue stesse ragioni...è vero che non sa di nulla ma si sposa perfettamente con quasi tutto...un caro saluto e un bel grattino a Magalì, buona domenica!
Carmen

Loredana ha detto...

E mi sono persa il film anche io...lo cercherò.
Riuscire a trovare il lato positivo nelle cose che accadono è sempre un ottimo esercizio.
Trovare la ricetta per regalarsi un dolce a culr leggero è un modo perfetto per iniziare la domenica.
Belle foto.
Un abbraccio

๓คקเ ha detto...

<<“Lei mi ama? Mi può ospitare?” ” Un attimo che mi si smontano le chiare dell’uovo!” >>
STUPENDA!!!!!!!!!!!!! :-D

Stupenda come questa torta, di cui aspettavo la ricetta.
Pure io trovo che il tofu non sappia di nulla, lo mangio mio malgrado quando è indicato dalla dieta, e come sono solita dire soffro in silenzio.
Ma tu mi stai aprendo nuove frontiere: sostituire il burro col tofu è un colpo di genio, e questa torta mi attira davvero tanto. Da provare, magari sostituendo lo zucchero con 40 g di stevia, per attenuare i sensi di colpa.
Grazie di cuore Helga, tu sei una delle persone più positive che conosca, sempre pronta a guardare il bicchiere mezzo pieno e ad essere grata per quello che hai. <3
Un abbraccio.

Ilaria Agostini ha detto...

Una torta col tofu???solo tu Helga potevi preparare una bomba del genere .....mi sembra incredibile!!! Mi immagino lo stupore di magali! Baciotti e buona settimana

elenuccia ha detto...

Lo "smontamento" delle chiare d'uovo mi ha fatto proprio sorridere. Il film doveva essere davvero carino. Peccato essermelo perso, ma alla fine guardo raramente la TV perchè non c'è mai nulla di decente.
Non avrei mai pensato alla torta al tofu. Ti confesso che non lo prendo mai perchè non mi piace. Da solo da l'impressione di mangiare della carta. E poi vedo che ci sono solo albumi e non tuorli. Questa andrebbe benissimo per mia mamma sostituendo la farina bianca con quella integrale

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo