CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
lunedì 10 ottobre 2016
In questo periodo siamo di corsa, la nostra vita sempre caratterizzata da problemi pesanti, reali che, a volte ci tolgono il respiro, ma poi mano nella zampa, come abbiamo più volte ribadito, andiamo avanti. E così anche, se stanche, siamo partite per Parigi per lavoro e siamo ritornate con una riflessione in più: nei momenti in cui sembra veramente impossibile riuscire a sopportare altro, bisogna “caricarsi” ancora di più, sembra un controsenso, ma funziona! Ci spieghiamo meglio, bisogna “buttarsi” in qualcosa di pratico, di "manuale", lavorare, stancarsi ancora di più, per poter non pensare e crollare in un sonno ristoratore. Magali ha preferito solo mettere in atto l’ultima parte di questa teoria che, detto tra noi, lei reputa assolutamente assurda. Siamo contente di essere in grado di imparare sempre qualcosa dalla vita, perché, per noi, questa è la sua vera essenza, riuscire ad arrivare alla fine del percorso mutate nella nostra anima, con tante piccole perle di sagezza e certe di aver compreso quanto i valori materiali, se pur essenziali, assumano scarsa importanza. Tutto è un tramite e deve, assolutamente, essere valutato in questo senso.
Ora andiamo in cucina: queste ricette hanno origine dal fatto che Magali è francese di nascita e italiana d’azione, io invece l’inverso e che l’amore per la Francia ci unirà sempre.
Da Parigi torniamo d’abitudine con il pain Poilâne, per me Unico, e qualche altra “scorta” e, se pur di fretta, la borsa frigo che, sempre ci accompagna, al ritorno è “ricca” di formaggi. Senza nulla togliere ai prodotti italiani, troviamo solo che quelli francesi siano diversi e, siccome, ci piace cambiare eccoci tornate in patria con tante prelibatezze.
Contente di approdare nuovamente a quest’isola, volutamente, felice rappresentata dal nostro blog, a quest’oasi a cui mensilmente attingiamo calore, umanità, affetto che rimane l’MTC ancora una volta insieme ci presentiamo, come d’abitudine, con l’imprecisione e l’ironia che da sempre ci caratterizza.
Poi arriva la bravissima e simpaticissima Mai, vincitrice “Suprema” della sfida precedente, autrice anche dell'infografica

che ha scelto come ricetta di questo mese le tapas, da lei eseguite con originalità e maestria,  ed allora noi non potevamo che scegliere come filo conduttore il formaggio francese unendo la sua bontà allo svuotamento del frigorifero! Mai ti prego di scusare Magali, ma proprio non sono riuscita a trattenerla!
Magali ha affrontato la sfida del mese secondo il suo punto di vista … creando queste Tapas Imprecheese.
Gatas - Tapas
Ingredienti:
2 dischi di pasta sfoglia
70 g di emmental francese
40 g di mandorle tritate
1 uovo
20 g di burro
sale

Preparazione:
stendete il primo disco di pasta sfoglia su carta forno e posizionatelo sulla placca del forno, imburratelo con il burro morbido, ripartite uniformemente l’emmental grattugiato, le mandorle, un pizzico di sale, lasciando un centimetro per il bordo, spennellate l’altro disco di pasta sfoglia con dell’acqua e sovrapponetelo a quello farcito e pressate bene. Ponete al centro della sfoglia un bicchiere dal diametro di circa 6,5 cm, poi con un coltello tagliate prima in quarti, partendo dal bicchiere verso il bordo, poi ogni quarto in due ed infine ogni ottavo in tre, otterrete così 24 parti. Spennellate con il tuorlo a cui avrete mescolato un cucchiaio di acqua, procedete arrotolando su se stessa ogni parte. Spennellate nuovamente con il restante tuorlo.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti, una volta tolto dal forno, quando è ancora caldo dividete bene le varie parti con l’aiuto di un coltello.
E come dice Magali “leccatevi i baffi”.

Montapatas - Montaditos
Ingredienti:
pain poilâne
camembert
moutarde de dijon
1 pera soda
1 uovo
farina
pangrattato casalingo da avanzi di baguette
sale
olio di oliva
foglie di prezzemolo
pepe

Preparazione:
pelate la pera, tagliarla in metà, privarla dei semi e tagliarla a fette spesse 0,5 cm. Passatela nella farina, nell’uovo battuto con un pizzico di sale, e poi nel pangrattato facendolo aderire bene.
Friggete in padella con olio caldo fino a doratura da ambo i lati.
Tagliare il formaggio a fette.
Fate tostare e le fette di pane. Tagliate ogni fetta in quattro trance. Spalmarvi sopra un velo di senape, quella di Digione è molto forte, quindi ne basta proprio poca. Su ogni trancia di pane adagiate la pera, il formaggio, spolverizzate con pepe e decorate con le foglie di prezzemolo.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”

Uña de gato – Pinchos
Ingredienti:
8 pomodorini ciliegino
8 gamberi
8 capperi
70 g di fromage de chèvre fresco
1 cucchiaini di erbe di Provenza
½ bicchierini di Cognac
sale
1 noce di burro

Preparazione:
togliete la calotta ai pomodorini (tenetela da parte) e svuotateli, salateli all’interno e capovolgeteli per eliminare bene la loro acqua.
In una padella antiaderente fate sciogliere il burro, adagiatevi sopra le code di gamberi precedentemente pulite, fate cuocere un minuto, aggiungete il cognac e fate consumare a fuoco vivo per pochi minuti. Aggiungete al termine un pizzico di sale.
In una scodella mescolate il formaggio di capra con le erbe di Provenza.
Riempite i pomodorini con il formaggio, su ogni pomodorino posizionate un gambero, richiudete con la calotta, ponete il cappero e infilzate!
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”

26 commenti:

Fabiana Del Nero ha detto...

Adorabili pazzerelle, mai visto una coppia così creativa e la firma di Magalì.......sempre inconfondibile:))))

Rondinella ha detto...

Leggervi è sempre un piacere:) adorabili le vostre tapas 😍

Manu ha detto...

La vostra fantasia e creatività unite all'amore per MTC oltre che per Parigi viene rendono uniche
Bellissima interpretazione e come sempre il tocco di Magali è inconfondibile
Grazie un abbraccio Manu

Lara Bianchini ha detto...

hahahahaha, Magali è una gatta davvero spiritosa e con un gran gusto...

Acquolina ha detto...

Francia e Italia unite in cucina, con il vostro stile unico avete creato delle "gatas" irresistibili! fantastiche :-D

MarielladM ha detto...

Anche io adoro i formaggi francesi e la senape di Digione, quindi trovo le tue preparazioni una più buona dell'altra!

marina ha detto...

Magali ed io condividiamo la stessa passione per i formaggi! Belle le ricette e come sempre uniche le vostre imprese in cucina!

elenuccia ha detto...

Beh le Gatas sono tutta un'altra cosa, vuoi mettere? :-)
Io sono una fan del lavoro manuale, non mi sono mai tirata indietro davanti alla fatica fisica. Ha il potere di svuotarti la mente e di regalarti un po' di tranquillità. Da piccola andavo tutte le estati a raccogliere le pesche e l'uva da mio zio, e mi divertivo da matti. Arrivavo a casa stanchissima ma ristorata nel cuore. La prossima volta che vai in francia e fai scorta di formaggi fammi un fischio che vengo a farmi una bella mangiata!

Eleonora ha detto...

Un blog fantastico, complimenti:-)

Katia Zanghì ha detto...

Stupende come sempre. E... mi sto leccando i baffi.

Cecilia Bendinelli ha detto...

Siete proprio divertenti, e anche molto brave!!!

sorrisone ha detto...

Favoloseee! E direi che le vostre tapas mi hanno colpita e affondata!

Gaia ha detto...

LE Gatas!!
siete fantastiche e precheese!

Alice - Panelibrienuvole ha detto...

Formaggi francesi, impossibile resistere! Come alla vostra simpatia...è sempre un piacere passare di qui! :-)

Mai ha detto...

Helga, sei unica! Ho letto tapas imprecheese e mi è venuto da sorridere, come quando ti fanno una foto e tu dici "cheese"!!
Le tue tapas gatas hanno lo spiritù giusto e lo ha anche il tuo post, hai ragione quando ti sembra di "Etre au bout du rouleau" e tutto pare impossibile da sopportare, bisogna rimboccassi le maniche! Pure io a volte faccio così e funziona, mi ricarico, l'unica cosa è il sonno… ecco quello mi è sempre più difficile di conquistare.
Ma tu e Magali conquistate il mio cuore e il mio sorriso, nonché una voglia "gatta" di queste tapas che tanto simpatica e astutamente hai saputo legare, sia tra di loro, tra te e Magali che tra questo paese vicino!
Complimenti e non cambiare mai!!!!

ps.: la uña de gatto ... solo tu!!!! Fantastica

๓คקเ ha detto...

Mi piace da morire come coniughi umorismo, praticità e buona cucina.
Fantastici i nomi delle tue gatas :-D, bellissime le preparazioni, vorrei venire a tapear da te!
Non conosco il pain poilâne, ora mi hai incuriosita!

Paola Sabino ha detto...

Imparare qualcosa dalla vita e da quello di fronte a cui ci mette lo trovo importantissimo, sono assolutamente d'accordo con voi e sono assolutamente innamorata di questo incontro di formaggi francesi. Li adoro :) E adesso sono curiosa di sapere cosa sia il pain poilane :)

Alessandra Gennaro ha detto...

fra Tapas imprecheese e voglia gatta, son qui che mi beo di una creativita' che non conosce confini, se non quello del buon gusto, inteso nel suo significato piu' ampio, dal palato agli occhi. Credo che per quella pera fritta col Camembert potrei morire, nel senso che sono allergica, ma ho una voglia di assaggiarla che rasenta l'irresistibile. Stavo per suggerirti una variante per i pomodorino, con un basmati al curry, ma addio cheese :) Grazie per dare sempre il "la" alla nostra gara, nel segno dell'ironia e della bravura. Sei unica e indispensabile, davvero!

peccati di dolcezze ha detto...

Un accostamento sublime e il.post si fa leggere con un.bel cheeeseee sulle labbra
Unica complimenti

peccati di dolcezze ha detto...

Un accostamento sublime e il.post si fa leggere con un.bel cheeeseee sulle labbra
Unica complimenti

Lisa Fregosi ha detto...

Le gatas spaccano!!! ahahhaha
Meravigliosa proposta, Magali è la migliore!!!

Rosy ha detto...

Bellissimo questo tuo post, Helga. E strepitose le Tapas imprecheese.

Andrea ha detto...

Cara Helga la tua fantasia non ha confini e le tue gatas/tapas sono fantastiche. Sono piaciute anche a mia moglie, grande amante dei gatti, che molto raramente legge il blog. Complimenti anche per il tempismo, ancora una volta sei la prima!

Cecilia Bendinelli ha detto...

Ma come fai ad essere così...così...unica!!!
Bravissima e simpatica, inesauribile, sempre pronta e attenta al via!

Sabry ha detto...

tutto super buono e poi la torta a spirale bellissima!

Sabrina Fattorini ha detto...

Molto molto divertenti!!!

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo